Essere o non essere….?

Questo è il problema!

E lo è per davvero. Questo sarà un post sfogo-riflessivo, nel senso che voglio sapere se sono solo io a farmi tutte queste domande o se anche voi condividete, a volte, certi stati d’animo.

Si perchè la vita è davvero piena di cose imprevedibili, di situazioni difficili, che ti destabilizzano e non ti ci fanno capire una mazza. E quando i miei genitori mi dicevano (così come i genitori di tutto il pianeta credo) la classica frase:” Non avere fretta di crescere, rimpiangerai i tempi della spensieratezza”, io non ci credevo (come tutti gli adolescenti dell’universo). Ora però avoja se lo capisco perchè è un consiglio così diffuso, perchè SUPERVERO!

E’ così dura rimanere se stessi, non perdere di vista gli obbiettivi e non abbattersi in alcune situazioni; “Ma tutte a me capitano” penso egoisticamente certi giorni in cui mi sembra di camminare con la nuvoletta di Fantozzi sulla testa. Poi mi ricordo però che c’è quella ragazza che vive un pò più su di me che ha perso la mamma da piccola, o il signore della frutteria che combatte col cancro o i poveracci del Nepal che hanno perso tutto nel terremoto. Allora mi chiedo: “Ho veramente il diritto di lamentarmi? Di non vedere speranza davanti ad alcuni ostacoli che per queste persone significherebbero niente?”

Non amo fare demagogia, assolutamente, però a volte mi interrogo su mille cose e penso che in fondo, ognuno fronteggia ciò che gli succede, e non può farsi una colpa se è più fortunato di altri. Nel senso, per Paris Hilton l’unico cruccio sarà l’ I-phone 76 che non si carica bene, per qualcuno è non trovare lavoro, per altri magari non ce ne sono. Ognuno convive con ciò che la vita gli mette davanti e non può farsi carico di tutte le disgrazie del mondo, ma serve sempre da monito ricordarsi di essere stati più fortunati di altri.

E dunque, a me che sono una lamentona, e a voi che vi leggete ste pappardelle che vi propino dico: di vita ce ne è una sola (bè 2 chi le regge!!) e allora viviamola al meglio, cercando di non sprecare nulla, di imparare anche dai momenti tristi e dalle insidie, che ci faranno poi apprezzare molto di più anche un semplice momento di felicità.

life

Wise kisses

Emma York

Annunci

Nuvole di panna (e more) :)

Domenica all’insegna della nullafacenza e dunque il mio post seguirà la stessa linea  😀

Non è nemmeno una settimana che ho scaricato il gioco per smartphone “Angry Birds 2” che già ci sono andata in fissa e oggi ho datto il meglio di me (tipo i nerd sfigati con brufoli e occhialetti). Di solito cerco di non cadere nelle trappole dei vari games visto che sono tendente a starci sotto poi.

Certo, niente ha mai superato The Sims! Dai chi di voi non ci ha mai giocato? A me piaceva da impazzire ma alla fine ho dovuto separarmi da cotanta felicità perchè altrimenti avrei rischiato la morte sociale 😉

Comunque, tanto per dare un tocco di romanticismo a questo effimero post, oggi era una bellissima giornata, con cielo azzurrissimo e qualche nuvoletta super bianca (di panna, dicevo da bimba) e allora ne ho approfittato per andare con un’amica a cogliere le more, il mio frutto preferito in assoluto!!

Stasera dunque, mini dolcetto crema-more-panna con una base di pavesini e caffè (se non vi aggrada il caffè può essere sostituito da una bagna di latte e alchermes), e se invece la panna e la crema le mischiate invece di sovrapporle, avrete una crema chantilly niente male   ;)))) mmmmm che bontà!!! Lo so, finirò nel girone dei golosi ma sò che non sarò mai sola lì  😀

Buonanotte e buon inizio di settimana a tutti!

Blacberried kisses,

Emma York

E st’inverno che mi metto?!

No no tranquille tutte, l’autunno non è poi così vicino. Diciamo che abbiamo tempo sufficiente per spizzare tutte le tendenze che ci consentiranno di sembrare delle supergnoccone anche quando il sole sarà in pensione  😉

Io ovviamente non sono una fashion blogger, dunque non mi metterò a consigliarvi outfit (lo lascio fare alle più competenti) ma mi limiterò a fare una piccola panoramica sulla questione. Comunque mi sono data una sbirciatina ai siti di alcune Case di Moda e brand vari, giusto per fare il punto di cosa c’è nel mio armadio che posso riadattare e cosa invece va inserito 😀

fall 2015

Ecco qua la tavolozza con i colori fall/winter che gli stilisti ci hanno appioppato per i mesi più freddi: non malvagi direi, anzi, felicissima di non vedere spiccare il nero becchino (ottimo passpartout da tenere sempre in agguato) che dà vita al pallosissimo total black (della serie: se non sei morta, sparati!)

nail 1nails 5nails 4

Stessa storia più o meno per gli smalti, che giustamente riprendono l’abbigliamento per adattarvisi al meglio.Ancora protagonista il gel (non posso vivere senza!) con unghie quadrate o a mandorla ma senza lunghezze esageratissime. Il trono però quest’inverno se lo becca il grigio, che vedremo un pò in tutte le salse.

unghie 1unghie 2

smalto 1

Bè che dire, ora non avete scuse per non essere fashion!! (Mi sembro Enzo e Carla, i 2 fulminati di Real Time) :DDDD

Trendy kisses

Emma York

Buon “giorno dopo Ferragosto”

Eccoci qua, curiosa di sapere come avete passato il Ferragosto e farmi un pò i cavoli vostri (un pò di gossip non guasta mai :P).

Ho evitato di chiedervelo ieri sera perchè la reazione sarebbe stata: “Cioè ma Emma York pure la sera di Ferragosto deve scassare? Lo dovrebbe sapere che la gente sta a pezzi in queste circostanze!!!”

Ho quindi deciso di non augurarvi nemmeno un buon 15 agosto di prima mattina per sventare un eventuale: “Oh Porca Pupazza, ma sta Emma non era sparita? Ecco uccidiamo chi l’ha ritrovata che non trovo manco la crema solare, figurati se posso leggere le sue cagate”   ;)))

Bè, sono del resto esattamente le stesse reazioni che suscitano in me imprevisti o scocciature varie in giorni in cui anche fare 2 km in bicicletta diventa una tragedia greca. Infatti ieri ho optato per un tranquillo pic-nic sul lago senza andarmi ad avventurare in giornate troppo complicate. Ma poi dico, chi l’ha detto che per forza uno si deve scatafasciare in un’altra regione per ogni giornata di festa??? Auguri poi se qualcuna di noi ha le sue cose, così oltre al caldo bestia ci sono pure gli ormoni impazziti da tenere a bada  😉

index

Se uno mette insieme i km fatti tra Pasquetta, 25 aprile, primo maggio ecc ecc praticamente poteva essere andato ad Oslo 3 volte! E invece dove sei andato, sudando come una bestia, litigando dopo 2 ore di fila con quello davanti solo perchè l’adesivo sulla sua Fiat ti urta il sistema nervoso e quasi divorziando da tua moglie perchè per avvantaggiarsi si metteva la protezione in macchina???…………A Bidonì! Ridente paesino letteralmente dimenticato da Dio che quando gli amici ti chiedono:” Ma insomma ‘ndò starebbe?” tu rispondi “Ah boh, e che ne sò, sò solo che ce voleva una vita pe’ arrivà!”………………………………………………….Ma non ci potevi andare un’altro giorno??????

Eh vabbè però è così, le cose semplici sono noiose, quindi meglio esaurirsi un pò ogni tanto (come se la vita non fosse già abbastanza complicata).

Crazy kisses,

Emma York

Back Again!

Credo che questo sia stato il periodo più lungo passato senza scrivere, o forse no….ma comunque è stato troppo. Mi avevano fatta prigioniera nelle steppe russe della Siberia ma poi hanno visto che non sono capace nemmeno di cogliere le patate e allora mi hanno rispedita a casa  😉

Complice il lavoro (sia mentale che fisico), l’estate che ci rende sempre un pò mondani e sbadati (come se non lo fossi già abbastanza!) e qualche pensiero di troppo, mi sono presa delle ferie troppo lunghe dal mio blog e da VOI!

Ovviamente di idee me ne sono venute tante in questo ultimo mese, grazie soprattutto a Facebook ed a tutti sti spacca palle che pubblicano 367 foto al giorno delle loro imprese estive; ma dico io, stai in vacanza giusto? E allora stacci senza rompere le palle al prossimo! Ma la gente proprio non ce la fa a vivere senza sentire il bisogno di far sapere al mondo che sta a Rimini piuttosto che in Montenegro? Bah….

fatte na vita

Certo la situazione del social di Zuckenberg è però nettamente alleggerita dall’arrivo di Instagram (altra cagata che serve a dare ai liceali un’altra idea su come farsi bocciare anche l’anno prossimo) dove imperversano milioni di ragazzine apprendiste modelle-fashion bloggers-nail artists e chi più ne ha più ne metta. Io ovviamente Instagram non ce l’ho, non mi reggerebbe proprio ‘er core, ancora mi devo riprendere dal touch screen, dunque…

Insomma, abbiamo ancora un mesetto abbondante prima di trovarci faccia a faccia con l’autunno, perciò farò del mio meglio per non farvi mancare nulla cari    ;)))

A presto,

Emma York