Another week is gone

week.jpg

Uffa, il tempo passa troppo in fretta, sul serio però! Questa settimana mi è stravolata e purtroppo non sono stata molto produttiva col blog, in quanto mi sono tenuta impegnata con rotture di lavoro varie alimentate da qualche collega babbeo, e non solo 😉

Cercherò decisamente di fare meglio la prossima, anche perchè quando scrivo poco poi mi sento come se non avessi fatto il mio dovere, boh, è strano. E pensare che finoa poco più di un anno fa questo blog non era nemmeno nell’aria…strana la vita a volte…. 🙂

Comunque, giusto per rendere questo post meno introspettivo e più “emmoso”, vi informo che mercoledì sono andata a vedere l’ultima parte di Hunger-Games e vorrei dare un piccolo suggerimento a chi ancora non è andato a vederlo: tenetevi sti 7 euro. Cioè, i primi 2, anche se li ho visti con una pistola alla tempia, erano stati decisamente accettabili,  anche se tutta sta storia dei distretti, gli ibridi e via dicendo non è che fosse super comprensibile per me, ma vabbè. Ma quest’ultimo proprio Non Ci Siamo!!! Apparte che vorrei parlare con i truccatori di Jennifer Lawrence e pure col parrucchiere già che ci sono, visto che l’hanno conciata come una fiammiferaia. Voglio dire, e mettetegliele 2 ciglia finte a sta poraccia che sembra indonesiana sennò.

Ma sorvolando sul look della protagonista che è bella lo stesso, quello che non mi è piaciuto è stato proprio lo svolgimento della parte finale, che sembra proprio messa là a caso, con Katniss che sta all’ospedale un giorno si e quell’altro pure, mentre intorno a lei crepano tutti.  E alla fine tra l’esaurito pazzoide nano e quell’altro gnocco lei chi sceglie? Peeta, che ha seri problemi mentali e ormonali, il tutto solo perchè si incontrano 2 minuti prima della fine del film e lui le regala un mazzetto di barbabietole prese dal banco del fruttarolo (anche lui morto grazie a sta sciapa di Katniss).

Ne è valsa la pena solo per le Cipster e la Coca-Cola che mi sono sparata e che a casa non ho mai altrimenti peserei come un carro merci  :DDD

Sweet and Sour Kisses

Emma York

Un saluto….

Non voglio essere ripetitiva ne scontata, e così come ho fatto per l’attentato di Parigi, farò anche in occasione dei funerali di Valeria Solesin, che si stanno svolgendo in queste ore.
Non la conoscevo ovviamente, dunque non spenderò parole sulla sua persona, cosa che invece faranno giustamente quelli che erano parte della sua vita.
Quello che voglio esprimere invece, è il mio dispiacere sincero per questa ragazza che non avrà più la possibilità di scegliere il suo futuro, perché qualcuno ha invece deciso di portarglielo via.
Il mio pensiero va alla sua famiglia poi, che sta vivendo ciò che ogni genitore o fratello teme di più al mondo e che, purtroppo, non ha rimedio.
La vita è una cosa meravigliosa, che dobbiamo vivere e onorare, consapevoli del fatto che siamo, ogni giorno che ci svegliamo, più fortunati di chi non vedrà più la luce.

Emma York

Unti e bisunti? Ma noooo!

No vabbè il titolo è del tutto fuorviante, non vi voglio friggere tranquilli  :DDD

Ma vi voglio invece parlare di una cosa che non manca mai nel mio mobiletto preferito, quello in cui tengo tutte le varie diavolerie, creme, tonici ecc, con i quali cerco di non diventare uno zombie e di rimanere una giovincella il più a lungo possibile  😛

Uno dei miei prodotti preferiti è senza dubbio l’olio di mandorle, che uso sia per il viso che per il corpo. Ovviamente non è l’unico dei miei unguenti, ma è sicuramente uno dei più utili e adatti a quasi tutti i tipi di pelle.

olio

A differenza di quanto si possa pensare, non unge per niente, o , unge ma si assorbe velocemente, basta non esagerare con la quantità ovviamente. Io lo prendo in erboristeria, scelgo sempre quello 100% puro e non profumato, anche per non alimentare le mie numerose allergie Ecco il fatto che lo usi io, vuol dire che va bene davvero per tutti, in quanto sono un soggetto dalla pelle estremamente delicata, e con questo olio non ho mai avuto alcuna reazione cutanea, anzi.

Ora, è un prodotto molto diffuso, eppure mi è capitato di parlare con persone che si ne avevano sentito parlare, ma che ne ignoravano assolutamente le proprietà e di conseguenza l’utilizzo. Quindi oggi, vi faccio una piccola panoramica di questo olietto miracoloso, così pure chi non lo conosce, lo conoscerà   😉

Prima di tutto dobbiamo sapere che ci sono 2 tipi di olio: mandorle dolci e mandorle amare; a noi interessa il primo, quindi il secondo sti cavoli.

  • E’ antiossidante, antirughe, antismagliature. Per capirci, ci salva la vita 😀 Essendo elasticizzante, aiuta la pelle a rimanere morbida, cosa che previene le smagliature (non le può eliminare se già ci sono, al massimo le attenua un pò) e le rughe, che compaiono proprio perchè la pelle invecchiandosi, perde di elsticità. Consigliatissimo in gravidanza, in quanto assolutamente non tossico e appunto, indicato per tenere a bada la pelle del pancione che cresce.
  • Contiene Vitamina E,A,D. Ecco ora non so precisamente a cosa fa bene ogni singola vitamina, sicuramente non fanno male dunque, mettetevelo!
  • Fantastico contro occhiaie e zampe di gallina. Eh si care mie, avete capito bene; se ne mettete un pò intorno agli occhi tutte le sere, prima della nanna (io lo faccio SEMPRE) al mattino non solo non assomiglierete a Zio Fester ma il vostro contorno occhi non sarà grinzo come un panno dopo la centrifuga.
  • Ottimo per lenire irritazioni.
  • Indicatissimo per i massaggi rilassanti (e non solo XDD)

Se poi vi piacciono le cose profumose ma non volete rinunciare a tutti questi benefici, allo compratevi gli oli essenziali per il corpo, e mettetene 3 o 4 gocce nell’olio, ovvaimente aggiungendone o diminuendo in base a quanto lo volete forte. Io per esempio mi sono comprata lavanda, limone e rosa, che danno un leggero aroma senza appesantire o essere stucchevoli. La lavanda è l’unica con cui devo andare cauta altrimenti sembro un cuscinetto per i cassetti  ;))

 

Oily Kisses

Emma York

Buon sabato sera!

image

Qualunque cosa facciate, che sia sia fare 4 colpi in discoteca, che sia stare a casa a guardarvi un filmozzo o che sia una birra al pub con gli amici, godetevi questo sabato sera con le persone a cui volete bene. Se per caso invece siete soli perché avete deciso che non volete rotture di nessun genere allora: meglio soli che male accompagnati!!
Divertiamoci sempre in sicurezza, nel rispetto di noi stessi e degli altri  🙂

Sarurday Night Fever Kisses
Emma York

Dire, fare….tacere!

shh

Alzi la mano a chi non è mai capitato di pensare che, il fidanzato di un’amica, fa assolutamente caXXre (oggi voglio fare l’educata). Mmm ok, vedo qualche mano, dunque non capita a tutti per fortuna, ma quando capita, sono cavoli!!

Ci sono vari motivi per i quali il tizio del caso può non piacere:

  • E’ BRUTTO, ma proprio una pantegana. Bè, qui c’è sempre l’attenuante del “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace” anche se, per un’amica si vuole sempre il meglio. Non si può neanche giudicare una persona solo per l’aspetto fisico però, soprattutto se compensa con altre qualità (maliziosi, che avete capito?!). Quindi in questo caso, mordersi la lingua e non scassare i maroni della coppia in questione, potrebbe essere un’opzione altamente valutabile  😉
  • NON E’ ATTENTO O PRESENTE. Ci sono quei tipi che dopo manco 3 mesi di relazione si adagiano sugli allori, oppure che adagiati ci sono nati e quindi non si scompongono per nessuna ragione, del tipo “se il mondo cade, al massimo mi sposto”, e lo mettono in pratica anche verso la loro fidanzata, che invece si affanna per compiacerlo e cerca di supplire a tutte le sue carenze, facendosene carico. Esempio: lui non guida, lei lo scarrozza ovunque. Lui non ama le sue amiche, lei si fa andare bene i suoi di amici. Se litigano lui aspetta SEMPRE che sia lei a cercarlo, lei lo fa. Ovviamente qui la colpa sta da entrambe le parti, anzi almeno lui è così, la deficiente è lei che se lo fa andare bene, ma in questa situazione siete più che giustificate ad aprire il becco e far svegliare l’amichetta accecata dall’amore. Magari si arrabbierà un pò all’inizio, ma ci rifletterà su, garantito  😉
  • E’ UN PEZZO DI MEXXA, e qui ci sarebbe da scrivere una nuova Divina Commedia, inserendoci il girone dei Beoti, che si riempirebbe alla velocità della luce. In questo caso i problemi sono gravi, avete davanti un soggetto scorretto, che gliene fa di tutti i colori, principalmente dietro le spalle, ma che è talemente stupido(o noncurante) da farsi sgamare dalle amiche della sua ragazza. Chissà, magari ci flirta pure con alcune di loro. Niente pietà con questi schifosi, rischiate, parlate, urlate, prima che faccia qualche passo di cui si pentirà. Chiaro che lo fate una volta sola, avvertendola che sarà anche l’ultima e che da lì in poi starà a lei gestire la cosa. Forse non subito, ma vi ringrazierà, fidatevi. Le bugie hanno le gambe corte, I PEZZI DI MEXXA invece sono proprio zoppi  :))

 

Truthful Kisses

Emma York

Shopping online, una svolta o un disatro?

Diciamo che non ho mai fatto un uso spropositato degli online store, anzi, sono una novellina in questo.

Ultimamente, dovut ad un’occasione speciale imminente, mi sono sbizzarrita nella ricerca di un abitino da mettere e, vuoi il tempo che manca, vuoi la pigrizia, vuoi la mia migliore amica che ci si compra pure la farina su internet, ho cominciato a viaggiare sui siti di abbigliamento. Cioè, mi si è aperto un mondo!! Non pensavo ce ne fossero così tanti, ero rimasta a Zalando, Amazon e roba simile ma mai avrei pensato di trovare ‘sta caterba di siti cinesi così forniti ed economici. ‘spettate, non ho detto che la roba che ti propongono è di qualità, dico solo che oggettivamente sono allettanti.

Ti ritrovi con una miriade di abiti, gioielli, scarpe, borse e chi più ne ha più ne metta, butti nel carrello virtuale 18 items e quando vai a vedere il conto….80 euro. E lì ecco che ti scatta il dubbio: ma se fosse tutto oro quello che luccica, il mondo non sarebbe una mega gioielleria?! Avoja, peccato che non è così.

Credo di poter fare qualche nome, in fondo riporto solo ciò che ho già trovato scritto da decine di utenti.

I 2 siti in cui mi sono imbattuta (anzi su cui mi sono soffermata, perchè ne ho trovati almeno altri 10) sono “Sammydress” e “Rosegal” che hanno veramente un’assortimento invidiabile. Le foto dei vestiti ovviamente si avvalgono della collaborazione di modelle cinesi per lo più, che hanno misure del tipo: 75-50-78, quindi capite bene che su certi fisici pure un sacco della differenziata risulterebbe carino. C’è infatti la possibilità di vedere lo stesso abito, indossato da utenti che li hanno acquistati, e già la situazione comincia a cambiare.

cina

Comunque, considerato che i prezzi vanno dai 7 ai 30 euro (quelli sò gli abiti di livello eh, mica pizza e fichi) uno se ne potrebbe pure strafregare, della serie “Ao se non mi sta bene lo regalo a mi’ nipote che c’ha 12 anni, tanto per 10 euro…”. Tutto ciò mi sta pure bene, ma dal momento che si presuppone che se compri, lo fai ai fini di poter usare, sono andata a farmi un giro sulle reviews in giro per il web.

Lo avessi m ai fatto!!! Cioè praticamente sembrano siano delle proprio truffe, almeno questi sitarelli minori, non quelli più seri e famosi, fossero anche cinesi. Tipo Alibabà, anche se cinese, ha una buonissima nomina; forse un pò lento nella spedizione, ma la roba arriva ed è quella che hai ordinato.

Questi quà invece non solo ci mettono 10 anni per mandarti le cose, ma te le mandano sbagliate, rotte, e tutto ciò sempre che arrivino. Eh si perchè moltissime ragazze si lamentavano di ordini che non sono mai stati consegnati e manco a dirlo, il loro servizio clienti 24h sembra faccia cagare (strano!).

Insomma, io non lo so se è vero o no, però una cosa è certa: se il servizio è buono, quanti saranno quelli che si inventeranno corbellerie?! Se si sente un tuono, da qualche parte piove sempre  😉

 

Shopping Kisses

Emma York

Lacrime e silenzio

paris

Sicuramente saranno usciti 5000 articoli sull’attentato di Parigi, giustamente, e il mio, tranquilli, non sarà un altro di questi.

Credo che ciò che c’era da dire sia stato detto da molti, quindi inutile ripeterlo ancora una volta.

Questo articolo serve più che altro a spiegarvi come mai, da venerdì, non ho più pubblicato nulla, e il motivo è decisamente quello che è accaduto in Francia. Non solo mi ha lasciata molto turbata e dipsiaciuta, così come ogni atto terroristico, ma mi ha portato a non pubblicare nulla per una questione di rispetto. Non sto ASSOLUTAMENTE criticando in alcun modo chi ha invece fatto uscire articoli, sulla Francia o su altro, anzi, forse sono stati i più coraggiosi, perchè del resto, se le nostre vite si fermassero per ogni evento grave e orribile che succede, praticamente non ci alzeremmo più dal letto.

Io ho fatto solo quello che mi sentivo di fare, in totale libertà, e seguendo il mio stato d’animo.

Chiedo scusa ad Avvocatolo per non aver partecipato al suo simpaticissimo Tag, sul quale avevo invece promesso che mi sarei cimentata, ma non mi è sembrato il caso.

Da domani riprenderò a scrivere normalmente.

Al popolo francese e a tutte le vittime, vanno il mio pensiero e il mio sincero cordoglio.

A volte penso che l’umanità abbia davvero fallito; tutto questo odio e non curanza per la vita umana, che è quanto di più prezioso abbiamo, sono decisamente un fallimento.

Emma York

E’ intelligente, ma non si applica

L’abbiamo sentita tutti, almeno una volta, questa frase insulsa che ho usato come titolo; è tipica dei professori che, un pò per galanteria, un pò perchè sennò c’è rischio che qualche genitore psicopatico li aspetta sotto casa, sono costretti a dirla, secondo me mentendo il 75% delle volte.

Si perchè nella nostra società, MOLTO ipocrita e buonista anche con chi non se lo merita, non è che puoi dire: “Guardi Signora, suo figlio si applica ‘na cifra ma proprio non ci arriva” oppure “Suo filgio non solo non è intelligente, ma non si applica nemmeno. Io lo manderei a raccogliere le mele in Danimarca fossi in Lei”. E invece no, manco per niente, bisogna fingere che tutti siano geni incompresi, con enormi potenziali non espressi.

Ma quello della scuola ovviamente è l’esempio più innocuo, anche perchè lì volendo tutti hanno ancora una possibilità, essendo giovani.

Ma nella vita reale NO, non è così. E allora ti devi sucare tutti sti bambocci che sono convinti di essere intelligenti, scaltri, sinceri, quando invece sono proprio ‘mbecilli! Non vorrei risultare cattiva (non è vero, è proprio quello il mio scopo) ma io certi soggetti non li reggo più, mi hanno stancata. Tutti sti quaraquaqua che se ne vanno in giro a millantare di quanto siano persone “vere” (alla Uomini e Donne insomma), che dicono le cose in faccia: ecco questa è la frase che odio di più. Perchè il 90% delle volte “dire le cose in faccia” significa dire a un’amica “Sto vestito ti sta malissimo, sembri una salsiccia. Scusa eh, però io so’ una che le cose le deve dire in faccia”. E allora tu guardi la ragazza insultata, che notoriamente è la più dolce e remissiva dei presenti (si perchè sol cavolo che un’alzata del genere la fanno ad un’esaurita come me, lo sanno che gli arriva una sedia sulla schiena) che arrossisce, sentendosi fuori luogo solo per aver indossato il vestito sbagliato. E’ questa la sincerità? Ridicolizzare una persona in pubblico? E quando fai notare alla beota sincerona che è appunto una beota, lei si giustifica dicendo “Vabbè oh, allora è meglio che le faccio i complimenti se non li penso?” “No” dico io “E’ meglio che vai cagare”.

Sempre più spesso assisto a comportamenti di questo tipo, di persone che usano il loro essere ignoranti come i contadini di inizio ‘900 per sparare sentenze che si potrebbero tranquillamente evitare, per esempio esprimendo il prorpio giudizio in privato tipo “Ehi guarda, ora che siamo sole, ti volevo dire che questo vestito non butta proprio bene. Secondo me non ti valorizza”, Ci vuole tanto? Bisogna avere una laurea in Ingegneria Aerospaziale per arrivare ad un ragionamento simile? Non credo.

Ci vuole solo un pò di buon senso che a volte proprio manca, e ci sono serate in cui mi piacerebbe giocare a tiro a piattello con le capocce di questi individui mongoloidi.

Persona imbecille al cubo: “Ammazza oh, non mi piace proprio come ti sei truccata. Ti sta male la matita nera!”

Emma: “Si però io stasera mi strucco, tu stupida con l’accuso con quella faccia di merda ci rimani!”

Persona imbecille al cubo: “…………”

Emma:” Scusa eh, però io sono sincera, mica ti posso dire che sei bella se assomigli al koala della Vigorsol. Ciao scandalo, ci vediamo”

Warrior Kisses

Emma York