La grande bellezza

“Chissenefrega di come sei, l’importante è il tuo cervello” – “L’abito non fa il monaco” – “Chi è bello è stupido, quindi meglio essere brutti”….ma è veramente così? C’è chi dice che è vero, che la bellezza non è tutto anzi non influenza minimamente la vita di un individuo e chi invece sostiene che sia la carta vincente per e il passpartout per metà dell’universo.

Questo non è ASSOLUTAMENTE un post di accusa, nè moralista, nè demagogico. E’ solo la messa in tavola di un tema che ho deciso di affrontare guardando un film, niente meno  🙂

Ma che potere ha realmente la bellezza?

beauty 2

Già, questo messaggio è bellissimo, eppure sono sicura che se la bella Sophia fosse assomigliata a Rosy Bindi, probabilmente non avrebbe girato film con Marlon Brando e Gary Cooper. “Si ma che c’entra, lei è un’attrice, per forza deve essere bella”, come se non ci fossero attori e attrici brutti!

Tutti possono arrivare ovunque, perchè in tutte le professioni ci sono i belli e i brutti, i grassi e i magri, gli imbecilli e gli intelligenti, però, è vero che chi è bello, spesso, passa per la corsia preferenziale mentre gli altri si beccano la fila. Anche se questo non determina necessariamente il successo. Anche alla fine di quella corsia, si può trovare una buca profonda che non ti fa passare 😉

Anche nella vita sentimentale è così, non si può negare. Facciamo un esempio: ci sono 2 persone che non hai mai visto, una è una gnocca paurosa, l’altra è normale, senza infamia e senza lode (parlo di donne e uomini senza distinzione). Anche se quella bella ha il quoziente intellettivo di un cornetto con la nutella e l’altra è una fisica nucleare, al 98% si sceglierà la prima. Ovvio che poi, una volta scoperto che più di “Grey’s Anatomy” la conversazione non può andare, si ritornerà sui propri passi, rincorrendo la scenziata lasciata indietro per superficialità, però intanto…

E mentre le persone belle a volte hanno l’attenuante del “Vabbè non capisce ‘na mazza, però è proprio bono/a”, chi è brutto o semplicemente poco attraente, si deve fare il paiolo per dimostrare che può, con il suo cervello, supplire alla mancanza di gnoccaggine.

“Non c’è niente da fare, la Società ci impone di essere schiavi della bellezza”

“Già, ma la Società siamo noi…”     XD

Beautiful Kisses

Emma York

Annunci

83 thoughts on “La grande bellezza

  1. La bellezza é relativa e i canoni cambiano sempre secondo i periodi,i paesi e le mode: in Francia sei considerato bello se hai l’anoressia,in India se hai la ciccia. L’intelligenza,invece,non è relativa:o c’è o non c’è. Purtroppo viviamo in una società che punta tutto sull’apparenza esteriore. Ammetto che in passato sono stata preferita ad altre ragazze solo per la presenza fisica,ma poi ,stanca di essere giudicata per il mio aspetto,me ne sono andata a lavorare nei maneggi e nelle stalle: meno soldi,più fatica ma….nessun animale ti giudica per l’aspetto fisico! Loro sanno guardarti dentro.Vuoi mettere la soddisfazione? 😊

    Liked by 1 persona

  2. am beautiful no matter what they say.
    Words can’t bring me down.
    I am beautiful in every single way.
    Yes, words can’t bring me down… Oh no.
    So don’t you bring me down today.

    Lo so, come uomo per me è più facile. Putroppo la nostra società pretende donne belle, simpatiche, intelligenti, attive, in linea … arghhhh
    Ma se la società “pretende” è le donne continuano ad allinearsi, c’è qualcosa che non va.
    Ciao, grazie per I tuoi post 🙂

    Liked by 1 persona

  3. La bellezza è questione soggettiva… È anche vero però che il canone dell’epoca in cui si vive ha una sua importanza… Il cervello ha comunque un suo ‘peso’, perché poi l’estetica funziona solo per l’attrazione sessuale, ma con una compagna/o oltre a copularci, prima o due parole bisognerà scambiarle…:)

    Mi piace

  4. Ah beh allora faccio così: per metà mi concio come Bruce Willis: pelato e muscoloso mentre dall’altra capellone, darkettone e tatuatone come una rockstar!

    Sulla parte Bruce Willis i capelli sono d’accordo, è sulla metà rockstar che ci sarebbe da lavorare XD

    Vediamo un po’ che succede ;D

    A big hug darling 😀

    Liked by 1 persona

  5. Non credo che sia così importante l’idea di bellezza (nostra e altrui) che abbiamo ora, quanto quella che avevamo da adolescenti, quando si è formata la la nostra personalità e le nostre (in)sicurezze. E’ in quel periodo che ci siamo salvati o condannati, con o dalla cosiddetta “bellezza”.

    Liked by 1 persona

  6. Diciamo che è l’aspetto ad essere determinante, almeno al primo approccio (l’ho scritto più volte, e lo confermi anche tu). E l’attrattività di una persona è data da piacevolezza estetica (non necessariamente “bellezza” in assoluto), dalla cura della persona e dal fascino. Chi possiede questo mix è indubbiamente avvantaggiato rispetto a chi sia privo di una o tutte queste caratteristiche …inutile negarlo.
    Solo la conoscenza poi porta a far notare altri aspetti certamente più importanti, a cui però è difficile arrivare senza una “motivazione” iniziale.

    Liked by 1 persona

  7. Tutto il tuo discorso fila liscio liscio, anche io la penso come te. Nella vita reale conta l’estetica e poi il resto.. nel senso che il primo approccio si decide di farlo solo basandosi sull’aspetto fisico. Solo dopo interviene e diventa fondamentale, se si decide di far diventare l’incontro non occasionale, l’importanza del cervello e delle altre qualità extra fisiche.
    In rete è l’esatto opposto perchè ci si “innamora” dell’essenza della persona, di ciò che trasmette e non del suo aspetto fisico. Ma poi anche li, se si decide di approfondire l’aspetto fisico è fondamentale ugualmente!

    Bacio 😉

    Liked by 1 persona

  8. La bellezza incanta al primo colpo, poi resta il vuoto se non è sostenuta da almeno un po’ di cervello. Questo è quello che penso e quello che ho sempre visto, nelle relazioni, nel lavoro. Poi ci sono tutte le variabili: chi è davvero molto brutto (ma per fortuna è raro) farà più fatica, mentre se devi passeggiare avanti e indietro davanti a una telecamera, anche se hai otto lauree non gliene frega niente a nessuno … Io sono certa che assomiglia a Megan Fox 🙂

    Liked by 1 persona

  9. Il fatto è che la bellezza è richiesta solo alle donne: esempio una donna brutta e grassa com’è Maurizio Costanzo, avrebbe avuto le stesse possibilità in tv a parità di preparazione? Baaah ho i miei dubbi.
    Inoltre, perché Rosy Bindi viene sempre insultata per l’aspetto e non perché fa male il suo lavoro o altro, come si farebbe per un uomo… ?

    Liked by 2 people

    • Vero vero, ci sono presentatori o altri uomini dello spettacolo che se fossero donne, manco le patate gli farebbero cogliere. In quanto a Rosy boh, non lo so, forse perché il suo aspetto, anche nella bruttezza, è più interessante del suo operato. Che poi sinceramente io non credo sia così brutta, diciamo che è “un bell’uomo” 😉
      Un bacione cara

      Liked by 1 persona

  10. Beh una volta ci fu l’esame di Diritto Romano.
    Vado io, preparatissima, rispondo a tutte le domande, mi becco 24 perchè l’esame di prima era andato male e il prof si era basato sul voto precedente. Ah, non sono bella, ma diciamo che se fossi stata brutta non mi sarei fidanzata.
    Va un’altra, una bellissima ragazza, tutta autoabbronzante, ciglia finte e reggiseno D&G vedo e non vedo dal top Gucci. Non sapeva na mazza. 27.

    Liked by 2 people

  11. Io sono un brutto, nemmeno tanto intelligente, quindi prendi il mio parere per quello che è. Ho visto cambiare una ragazza, quando ha deciso di non credere a chi la sminuiva: se prima era carina, ora è affascinante e ammaliante, molto più di altre più belle di lei. Ed è pure intelligente, tanto. 🙂 Credo che possa essere così anche con ragazze ancora meno carine, specialmente ora che l’aspetto fisico si può curare meglio. In questo senso vedo un po’ di verità in quello che ha scritto la Sofia nazionale. Poi, che l’imprinting maschile, di primo acchito, preferisca le bellone, non è solo un luogo comune, ma una realtà, concordo.

    Liked by 1 persona

  12. Premesso che non mi ritengo né particolarmente bella né particolarmente intelligente, non sono d’accordissimo sul fatto che la bellezza sia soggettiva e l’intelligenza no. ANZI. Esistono molti che barano sull’intelligenza… pretendendo di essere riconosciuti come persone intelligenti (quando sono solo dei frustrati arroganti) perché sono laureati (capirai che roba) perché hanno scritto un libro (e anche lì non ci vuol molto) di aver un lavoro di responsabilità (senza ricordare che li ha assunti il cugino) etc. etc. Insomma tutti pretendono di essere “intelligenti” senza esserlo neanche un po’!! Perché la prima caratteristica dell’intelligenza è l’umiltà, nessuna persona intelligente deve dimostrarlo ricordandoti ogni giorno il suo curriculum.
    Invece i belli non devono dimostrare niente, l’evidenza parla da sola! Che gran cosa la natura!!! XD

    Liked by 2 people

      • Ahaha, è vero. Forse non dovremmo vedere bellezza e intelligenza come due cose contrapposte, per non cadere nell’errore detto sopra: dare alle persone un alibi per mascherare quello che in realtà non hanno. Diciamo che bellezza ed intelligenza sono due doni diversi. E che mentre il buon Dio li distribuiva, qualcuno era sempre a fare la fila per il cesso…
        In conclusione: accettiamo la nostra mediocrità, che sarà mai! Non siamo Belen ma neanche premi Nobel, facciamocene una ragione!
        Grazie per il tuo bel post, a presto :*

        Liked by 1 persona

  13. Condivido in pieno il pensiero della grande nonchè bellissima sempre Sophia Loren;la bellezza è negli occhi di chi guarda e spesso facciamo noi diventare bello ciò che amiamo o ci interessa. A volte c’è poca obbiettività, altre troppa rigidità sui canoni di bello oggi.
    Io ad esempio non sono bella come voi….io sono bella come ME!!
    passate dal mio blog in costruzione dove parlo anche di bellezza intesa come accettazione e amor proprio e se vi va pubblicizzatemi!sono nuovaaa :/ Darsi una mano non può che far bene ragazzi!!
    un bacio….LadyD.

    Liked by 1 persona

  14. Completamente d’accordo con te, solo un piccolo appunto: basta collegare l’intelligenza alla scienza o comunque al livello scolastico di una persona. L’intelligenza vera, quella più importante, si misura in altro modo. Ho conosciuto persone incredibilmente intelligenti anche se ignoranti, e persone stupide anche con una laurea da 100 e lode. 😉

    Liked by 1 persona

  15. Dipende. Il tutto è relativo. Se becco la gran gnocca con quoziente pari a zero, di lei non mi curo a basta. Se trovo una normale ma capace di parlare mettendo in fila parole sensate, beh allora mi butto. Non è detto che la normale mi prenda 😀
    La bellezza? Non ha valore in sé. E’ bello ciò che piace.

    Liked by 1 persona

  16. Qua ci sarebbe da aprire un capitolo. Indubbiamente la beltà aiuta in alcuni frangenti, ma non in tutti. Si associa la bella persona ad una senza cervello e una brutta ad un cervellone megagalattico. E chi l’ha detto che proprio per queste sterotipi la persona bella non si debba fare il “paiolo ” per dimostrare anche di essere intelligente? La persona dal bell’aspetto fisico si deve continuamente impegnare nel dimostrare di avere un cervello e che sa farlo funzionare, deve sorbirsi complimenti a volte anche volgari e gratuiti, perché va da sé che essendo bella , automaticamente é una persona “facile” e abbordabile. Per non parlare poi dell’approccio con l’amore , l’eterna insicurezza del ” mi ama davvero o lo fa solo per portarmi a letto?”. Potrei aggiungere altri esempi ,ma mi fermo qui! La persona di bell’aspetto é costantemente sotto pressione, costantemente sotto una lenta d’ingrandimento e non é facile vivere cosí…

    Liked by 1 persona

    • È un aspetto che non avevo considerato effettivamente, ma trovo che la tua osservazione possa decisamente essere calzante. Ho sempre visto la bellezza come solo un vantaggio ma è vero che può essere scomoda in alcune situazioni.
      Un bacio

      Liked by 1 persona

  17. E’ così. Punto. Che piaccia o no.
    Il fatto che si preferisca prima il bello e poi si rinsavisca è in fondo una buona cosa, se non fosse che la prima fase avviene nell’adolescenza…periodo piuttosto importante.

    Inoltre sembrerebbe che davvero ,quasi sempre, valga la regola “se è bello è coglione, se è brutto è più profondo d’animo”. Io ho pensato questa spiegazione logica: i belli hanno vita facile (vita sociale, visto che stiamo parlando della formazione del carattere), hanno più consensi e ,in generale, sono molto più tenuti sul piedistallo, sanno di piacere. Questo li porta a dare tutto per scontato, a diventare egocentrici, “viziati” di attenzioni, tironi e anche un po’ snob.
    Il brutto ha invece avuto tutto l’opposto e ,trovandosi spesso da solo anzichè sempre al centro dell’attenzione di tutti, ha avuto modo riflettere di più… di meditare su sè stesso, e si è abituato a vivere rapporti sociali basati più su empatia, sincerità, simpatia vera, confronto, discorsi, ecc anzichè su tette e muscoli.

    Personalmente credo di appartenere più alla categoria dei brutti, cioè da adolescente non ero brutto ma bisogna dire che per i maschi è diverso: le ragazze guardano nei ragazzi NON tanto la belleza quanto quell’…”esser figo” che non sempre coincide con la bellezza puramete esteriore.
    Ecco io ero esteticamente nella media, ma con le ragazze apparivo impacciato e timido… insomma, ero piuttosto sfigato.
    Bene, *ADESSO* dall’alto dei miei 41 anni, ne sono… contento. ORA.
    Sono felice che sia andata così, perchè quello che sono ora è stato formato da ciò che sono stato. E ho scoperto altri valori, molto più importanti delle stronzate esteriori.
    Sono molto contento di come sono ora. Ne sono fiero. Sì, ne sono molto fiero! In questo mondo di falsi sicuri di sè che si mascherano dietro alle esteriorità (e spesso anche all’aggressività), io ho scoperto di essere -nella mia modestia- uno dei pochi con il coraggio di essere ciò che sono, senza il bisogno di fare branco, senza il bisogno delle conferme da parte degli altri, senza il bisogno di una marca di vestiti o di automobili per sentirmi adeguato e accettato, senza il bisogno di condividere continuamente su facebook frasette che esaltano l’autostima per convincere gli altri e me stesso, senza la continua paura delle malelingue o dell’invidia, senza che la fiducia in me stesso possa essere intaccata dal giudizio di altri…
    Sì, ora sono molto fiero di esser stato un timido sfigato.

    Liked by 1 persona

  18. Ciao.
    Entro in punta dei piedi nel tuo blog.
    La bellezza conta, eccome! E’ innegabile che ci sia una maggiore predisposizione positiva nei confronti dei belli: non parlo solo del fattore innamoramento, ma anche del semplice dar parola, fare un favore, seguire con interesse. I belli hanno maggiori chances in moltissimi ambiti lavorativi, anche se poi per fortuna giocano una parte fondamentale le personali attitudini e, non ultimo, le capacità relazionali.
    E poi io mi sono sempre innamorato delle belle, mai delle brutte!
    Non sempre ricambiato, ora che ci penso…

    Kikkakonekka

    Liked by 1 persona

  19. Ragazzi, ma ci pensate che inferno deve essere la vita di una persona bella e anche intelligente? Magari hai un sacco di cose interessanti da dire e da trasmettere e nessuno ti prende in considerazione perché, secondo i soliti luoghi comuni, se sei di bella presenza sei anche, per forza, stupido! 😉

    Liked by 1 persona

  20. dal film “La Grande Bellezza” : La più consistente scoperta che ho fatto è che non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...